Ora

0
734

Ora
che ho sentito
il tuo respiro nel sonno,
ora
che il tuo sapore
m’ha invaso la memoria,
ora
che l’onda del tuo sentire
mi ha parlato nel volto,
sento tutto ciò
che sembrava insensibile.

Ora
che ho sentito il tuo fremito
nell’istante del mio,
ora
che ho saggiato ed amato
il tuo sudore d’intenso,
ora
che ho sorriso
dell’intrigo dei nostri corpi
vivo la fame delle tue braccia
e la sete di tutte le tue labbra.

Ora
che ho cercato nei tuoi occhi
ciò che i tuoi cercavano,
ora
che il tuo sorriso
ha illuminato il mio primo mattino,
ora
che, anche solo per poco,
tutto il resto è scomparso
null’altro attendo
che vivere ancora quel dolce abbandono.

Ora
che ho condiviso il tuo sonno,
non avrò altro sonno.
Ora
che ho reso tuo il mio corpo,
oltre il pensiero ne ardo.
Ora
che ogni istante è infinito,
non v’è altro tempo.
Tutto questo mi resta e,
se altro non fosse,
m’è bastata la vita.

Leave a Reply

avatar