Mi perdo

0
117

Mi perdo ogni giorno
nel mare tuo nero di capelli,
che dolci si muovono,
come onde nella notte.

In quel mare il tuo viso,
come luna perfetta,
ruba, con occhi di luce,
i miei ora assetati.

Labbra di carne rossa,
vive del mio stesso volerti,
son cornice di fuoco
al bianco perfetto del sorriso.

Cade il mio sguardo
sui seni tuoi tondi,
come pesche mature,
ed io mi perdo.

Mi perdo ancora tra i fianchi,
nel tuo sesso proteso,
si mi perdo e perso rimango
nella brama d’averti.

Articolo precedenteDolore
Articolo successivoE mi chiedi
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments