Tempo diverso

0
35

 

E se fossero
le ore del giorno
come stanze diverse,
con porte dischiuse
s’un lungo corridoio.
Stanze sconosciute
che ad entrarvi
si fermi il respiro,
nei colori e nelle luci
nelle forme umane
nelle loro parole.
E se fossero i giorni
come case nuove
e i mesi strade
e gli anni città
ancora ignote.
In uno scorrere del tempo
che nel suo cambiarsi
mille memorie crei,
in una vita inquieta
che mai possa appagarsi.

 

Articolo precedenteOgni notte
Articolo successivoIngannarsi
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments