Le spine del dolore

0
65

 Ho visto le spine del tuo dolore
volevo prenderne un po’
mi sembravano troppe
infisse in una sola carne,
quasi carezze parevano le mie
che per pudore nascondevo
sotto l’ironia ed il sorriso
eppure le sentivo e forte.
Un senso d’impotenza mi assale
quando il dolore è solitudine
e i tuoi occhi si chiudono
sono sorde le tue orecchie,
chiamo invano nel vuoto,
un abisso silenzioso
che s’affolla di mostri
e impietoso ti aspira lontano.

art: Roberto Ferri

Articolo precedenteOra dopo ora
Articolo successivol’inferno
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments