Orbitare

0
46

  E’ l’orbita il mio cammino
corro nell’equilibrio di forze,
risucchio di attrazioni diverse,
che sfuggo della corsa mia.
M’avvicino e m’allontano,
luci ed ombre nell’ellissi
del mio vagare inquieto
come fosse un moto immoto.
Chissà se come un pianeta
resterò sempre distante
dai miei soli e dalle lune
o se su d’uno poi precipiterò.

Articolo precedenteBandiere di sangue
Articolo successivoLe tue mani
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments