Gabbie dorate

0
42

Si ribellano i sensi

nelle gabbie del viver consueto

come uccelli prigionieri

le inquiete creature

sanguinano tra le sbarre strette

e non può valere il certo

del cibo ed un tetto.

In quella prigionia dorata

alterni si rincorrono i giorni

tra la rabbia e la melanconia

nascoste da un sorriso stampato.

Vive l’attesa allora

dell’esplodere imprevisto

che il tempo scandisce

sfuggendo senza segno.

Che forse non sempre

le gabbie dorate

son d’altri chiuse

e non nostre creature

perché questo è il destino

d’una vita così. 

 

20 luglio 2015

Articolo precedenteL’attenzione
Articolo successivoLa strada perduta
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments