Roccia e aria

0
76

Sei tu come roccia 

ferma e immutabile 

attendi serena 

protesti il tuo stato.

Tu la mia solida base 

il mio faro del giorno 

concetto ed essenza 

di ciò che necessita. 

Così, tu sopporti nei giorni

il peso della mia leggerezza

consapevole, paziente 

ma mai sicura. 

Io come l’aria, necessaria 

pari alla pietra 

ma imprendibile 

vana e mutevole. 

Roccia e aria 

destinati a convivere. 

Roccia che tutto contiene 

peso ed insieme sostegno. 

Aria che sempre la circonda 

e la scalda e la raffredda 

non riesce a cambiarla 

se in poco e forse. 

E col tempo 

il tempo che lento trasforma 

la roccia diviene sabbia 

finalmente mutevole 

l’aria, si fa contenere 

vedere e toccare: 

acqua diviene, fonte di vita 

ma ancora libera e chiara.

 

24 luglio 2010

Articolo precedenteTu mi porti ancora
Articolo successivoRicerca assopita
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments