Si, ho fatto

0
65


Si, ho fatto, faccio e farò
ogni giorno muovo passi
desidero, prendo, dono
e allora?
Posso ferire
e allora?
E’ il vivere
non è una colpa
non mi tocca forse
il passo dell’altro
e non mi urta?
No, non è sua la colpa
lui vive
come io vivo.
Nemmeno ci faccio caso
e da farci sarebbe.
Non parlo dei confini
della libertà che lì finisce
parlo di quelle cose
che faccio per me.
Perché poi la libertà
porta spesso con se
la condanna
d’una solitudine?
Mi rode il pensiero
della natura incompresa
compressa e deviata
che vuol condannarci
nel senso di colpa
di astrusi doveri
col danno di farci
infelici perenni.

10 settembre 2015

Articolo precedenteTi sento
Articolo successivoSogniamoci ora
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments