Luci taglienti

0
33

Dai soffitti bucati 

dalle finestre socchiuse

tra i rami degli alberi 

nei vicoli stretti

la luce tagliata

è come spada di vero.

Più forte colpisce

l’acuto contrasto 

con lo scuro interrotto

polveri e vapori 

mostrano la danza

dell’aria fluente.

Accade che 

nel vagare di sempre 

spade di luce 

mi attraversino 

nella strada dischiusa

dalle mie debolezze.

Si scioglie nella luce 

la quiete dell’ombra

e scopro un’altra volta,

tra le cose mie note,

un disordine ignoto.

 

18 agosto 2015

Articolo precedenteNel silenzio
Articolo successivoCome fossi ponente
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments