luce lunare

0
106

Le dita aperte nei capelli

sento la tua testa che cede

ad un volere che è nostro 

tra le ombre aggrovigliate  

di una notte illuminata. 

Lucida riflette i bagliori 

ora la nostra pelle sudata 

per la dolce fatica d’amore

quasi a far di noi stessi 

la fonte d’una luce lunare.

Questo essere il sogno 

ci appaga e insieme ci asseta 

perché non un viverlo può 

e non mille possono bastare 

ad acquietare il nostro volerci.

Articolo precedenteVorrei sentire ora
Articolo successivoTu mi porti ancora
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments